Nell'aria c'è voglia di abbracci

"Volevo qualcosa che avvolgesse l'uomo, nell'aria c'è voglia di tenerezza"

Queste le parole dello stilista Giorgio Armani, che ancora una volta concede all'uomo piccole grandi novità, forse trasgressive, chissà, ma che sicuramente aggiornano i codici dell'estetica maschile, dallo stilista sempre indottrinata di stagione in stagione. Ecco apparire morbide sciarpe che scaldano, abbracciano e avvolgono la figura maschile. Pantaloni ben più larghi e giacche ben più corte completano, sapientemente, uno stile  nouveau . Non un uomo classico, ma un uomo sempre aggiornato, mai prolisso né stancante, che esce dalla noia proprio grazie ai piccoli "stridori" dello stilista.
Esposizioni a confronto
Uno dei quadri della personale di Carla Bruschi
"Un'inquieta sernità del visibile", la mostra curata dal Critico d'Arte Lorenzo Bonini alla Umanitaria di Milano
Paesaggio N.8, acquarello su cartoncino, 36x51 cm, 2015
Tanto più forte l'arte imita la vita, quanto più forte la vita imita l'arte.
danseur blanc I, pastello bianco su cartoncino 35x50, 2016, Canosso
La bellezza di un corpo, che innocente, balla al chiaro di luna
Dimensioni 24x32 cm, acquarello su carta, 2013.
Una mostra in tandem alla Casa delle Culture
La Casa delle Culture ospita Franca Sinagra Brasca autrice del libro
Casa delle Culture ospita la personale di Giuseppe Coci
Casa delle Culture ospita la scrittrice Patrizia Boi
23 ottobre 2019